Componenti pressofusione

geco srl, applicazioni sigillatura, componenti pressofusione

Componenti pressofusione

La microporosità si verifica nei processi di fusione, in particolare di pressofusione, durante il passaggio del metallo dallo stato liquido allo stato solido per effetto del ritiro del metallo e per la liberazione dei gas assorbiti dal metallo nelle fasi precedenti del processo. Nonostante i vari tentativi fatti per migliorare i processi produttivi nelle fonderie, questo fenomeno naturale persiste tuttora e provoca microporosità nelle fusioni. Il rischio di formazione di porosità, sempre presente in questi manufatti, determina un'elevata percentuale di scarti, causati da perdite di tenuta di fluidi o gas, specie nel caso di pezzi sollecitati dalla temperatura e dalla pressione.
In molte applicazioni i pezzi fusi presentano una porosità così piccola da essere invisibile all'occhio nudo. La presenza e la dimensione della porosità può essere normalmente dimostrata pressurizzando il pezzo con aria compressa o altri gas e quindi immergendolo completamente in acqua per osservare le bolle d'aria che emergono dal metallo, si tratta della cosiddetta prova di tenuta della "bolla".

Geco Srl è specializzata nel sistema di impregnazione metalli con tecnologia Loctite e garantisce che, impregnando adeguatamente queste parti saranno sigillate in modo permanente.